La Fontanina di Torregaveta, il chiosco della signora Tutina ora è un avamposto di cucina&tradizione lambito dal mare

La Fontanina di Torregaveta

Torregaveta, 1972. In principio furono la signora Tutina e il suo chiosco in riva al mare. Caffè, gelati e cucina casalinga per i bagnanti che con la Cumana arrivavano un po' da tutta l'area flegrea, Napoli compresa, e che all'ora di pranzo in quel casotto piazzato all'inizio del pontile, tra la spiaggia e la scogliera, potevano trovare un piatto di pasta al forno o una frittata di pasta. 36 anni e due generazioni dopo, quel chiosco è diventato La Fontanina, un ristorante elegante e quotato, e a guidarlo c'è Mimmo Sgariglia, il nipote di Tutina, che con i gelati della nonna è cresciuto, che con la madre ha iniziato a lavorare in sala contribuendo di fatto alla transizione del locale, e che oggi lo gestisce con orgoglio e ambizione.

Leggi tutto...

La consacrazione del Caracol, qui l'Eccellenza è uno status, una questione di competenza, dedizione e passione

Chef Angelo Carannante e il Caracol, storia ed evoluzione di un'Eccellenza Flegrea

eccellènza s. f. (letter. ant. eccellènzia) [dal lat. excellentia]. – 1. Qualità di chi o di ciò che è eccellente: raggiungere l’eccellènza nell’arte (cioè il grado più alto, la perfezione). La definizione del vocabolario Treccani è sempre precisa e condensata, ma l'impressione è che stavolta manchi qualcosa. L'Eccellènza vera, specie se si parla di ristorazione ed enogastronomia, più che un obiettivo da raggiungere è una sfida infinita da sostenere con dedizione, passione e talento. L'obiettivo? Probabile che non ci si arrivi mai perchè come l'orizzonte, sembra sempre lì ad un passo e invece, di fatto, non esiste. Almeno come entità oggettiva. Al Caracol, ristorante incastonato sul fronte esterno di Capomiseno sospeso tra mare e cielo, questo lo sanno bene sin dal primo giorno, sanno che l'Eccellènza dovranno indossarla e interpretarla tutti i giorni perchè prima ancora che un traguardo da tagliare e festeggiare è uno status da mantenere, una responsabilità, una missione. 

Leggi tutto...

Provola, limone-pane, rucola e colatura di alici: è la Procida di Ciro Coccia

la "Procida" di Ciro Coccia

E' arrivato il famigerato picco di calore. A cavallo tra luglio e agosto, l'Italia intera boccheggia sotto una cappa di caldo opprimente. Il Tg ha già dato i compiti a casa: non uscite nelle ore più calde e bevete tanta acqua. La pizza giusta invece, per contrastare la calura, ve la suggeriamo noi: e' la Procida di Ciro Coccia, una novità del suo menù estivo ideata, elaborata e costruita attorno al Limone-Pane tipico dell'isola omonima.

Leggi tutto...